Home / Analisi mercati / Un guizzo e poi pausa #42

Un guizzo e poi pausa #42

Eventi & Mercati – settimana #42 (12 – 16 ott)

Rassegna settimanale intermarket precedente QUI

    • Azionario USA in ulteriore rialzo ma con perdita di forza nelle ultime giornate  
    • Nessun movimento significativo degli asset qui monitorati e quindi la settimana appena trascorsa è da considerarsi assolutamente neutra
    • La pandemia invece continua a ritoccare i suoi massimi storici mentre alcuni potenziali e promettenti vaccini rischiano l’uscita di scena

Settimana iniziata alla grande e poi pian piano, giorno dopo giorno, l’entusiasmo del lunedì ha lasciato il posto a  giornate deboli visto che la speranza di vedere nuovi aiuti economici a pioggia prima delle elezioni si è affievolita. Praticamente come se qualcuno avesse lanciato il sasso e poi avesse nascosto la mano da martedì a venerdì.
Questa speranza è stato il market mover più rilevante che però è stato prontamente cassato trattandosi di aria fritta non solo dalle dichiarazioni di Mnuchin ma anche da notizie non positive sulle sperimentazioni di alcuni vaccini/farmaci.

Il via alla settimana grigia dei farmaceutici l’ha dato J&J con l’annuncio della sospensione del trial clinico in corso per “reazioni avverse” importanti.
E’ seguita poi la sospensione del remdesivir (inoculato anche a Trump) della Ely Lilly sempre per la comparsa di effetti collaterali non tollerabili; poco male visto che l’OMS l’ha considerato inefficace.
E infine è giunta una notizia “curiosa”: due manager della Regeneron (anticorpi monoclonali somministrati anche questi a Trump) hanno venduto complessivamente azioni proprie per un controvalore di un milione di dollari subito dopo che Trump ha dichiarato che il farmaco è “miracoloso”.
Ma come, sul più bello uscite dal mercato? non è che voi due avete informazioni esclusive che vi inducono a ritenere che il titolo in borsa difficilmente potrà continuare la sua corsa rialzista? Al momento Regeneron ha disponibili solo 50 mila dosi e per l’anno prossimo riuscirà a produrne pochi milioni.
Per chi volesse approfondire QUI si trova un report della Goldman Sachs ad uso e consumo dei trader sullo stato dell’arte di vaccini e farmaci.
Comunque la speranza di avere un giorno del prossimo anno una terapia efficace non è assolutamente dissolta perchè altre sperimentazioni serie sono in corso, ad esempio quella di Prometheus.

Intanto Trump è tornato spavaldo come al solito per cui lo scenario per noi più probabile è la “bomba ad orologeria” di cui abbiamo già detto di recente e che dovrebbe indebolire sensibilmente l’azionario.

Indici azionari 

–  a Wall Street settimana iniziata in spike rialzista con deciso avvicinamento ai top di settembre ma poi sono seguite tre giornate leggermente correttive con modesto recupero nel finale; ora sul grafico giornaliero è ben evidente un canale rialzista di breve che ha annullato completamente il movimento ribassista in abc del 3/24 settembre; al momento anche questo uptrend iniziato il 24 settembre è in abc per cui – finchè i top di inizio settembre non verranno superati con decisione – il pattern di medio periodo più probabile è una fase correttiva flat ovvero sempre in ABC; fosse vera questa ipotesi dovremmo attenderci a breve un nuovo movimento ribassista con primo target i minimi di fine settembre da considerarsi come bordo inferiore di una possibile fascia laterale di medio periodo

– gli indici UE hanno seguito WS ma con movimenti ridotti e prezzi sempre saldamente incastonati nella lateralizzazione iniziata a giugno

– il rapporto put/call totali su SP500 chiude ancora a 0,85 e la media a 20 gg è ora in discesa

SP500
Sotto il grafico giornaliero con l’evidenziazione dei movimenti abc; il pattern è identico sia a quello del NASDAQ100 che a quello del DJ

SSE
Shanghai come Wall Street: lunedì in forte rialzo e poi quattro giornate di modesto storno; chiusura a 3336 quindi ancora interna alla  lateralizzazione di medio periodo; un eventuale breakout confermato del bordo inferiore a 3200 annullerebbe l’attuale tendenza neutra trasformandola in pattern ribassista anche esteso fino all’area 2900

MIB
Altra settimana con movimenti insignificanti ma in fase di debolezza con chiusura poco sopra 19 mila quindi sempre in perfetta lateralizzazione di medio periodo a bassa volatilità.

DAX
Settimana con oscillazioni ridotte e prezzi compresi fra 12500 e 13000 quindi si resta sempre all’interno della  fascia di correzione flat di medio periodo. Il massimo del 3 settembre a 13500 grosso modo corrisponde al bordo superiore della lateralizzazione e potrebbe costituire un doppio massimo insieme al top annuale di febbraio poco sotto 13800. Primissimo supporto fra 12200 e 11900

Asset 

ORO future dicembre
Altra settimana deludente con prezzi continuamente calamitati verso area 1900 e comandati dal dollar index. Prezzi sempre inseriti nel canale ribassista iniziato dal top storico di agosto che può essere cancellato solo con un convincente e prolungato superamento di area 1960. Negativo il ritorno e permanenza sotto 1900 perchè 1900 diventerebbe resistenza. Fondamentale la tenuta del supporto in area 1800 dove ci attendiamo, se raggiunto, forti acquisti.

OIL WTI future fronte mese
Nulla di nuovo con prezzi in altalena fra 39 e 41,5. Si aspetta di capire quanto la pandemia penalizzerà i trasporti commerciali e privati negli USA e in Europa

BTP 10
Rendimenti sempre in discesa con nuovo minimo storico allo 0,65% circa per cui ribadiamo il concetto che i BTP non possono più essere considerati come asset da investimento ad uso famiglia

t-NOTE 10
Rendimenti ancora in leggerissimo incremento ma poi ci penserà il risultato elettorale a risollevare i prezzi

DOLLARO USA dollar index
Modesta risalita che si è fermata a 93,7. In caso di rialzo sopra 95 inizieremmo a considerare il minimo di inizio settembre in area 92 come livello chiave con valenza almeno di medio periodo e che dovrebbe resistere almeno fino ad inizio novembre

EUR/USD future
Ha chiuso a 1,1734 con accenno alla formazione di un canale ribassista se non altro per la presenza di tre top relativi decrescenti negli ultimi 40 giorni

§ § §

Ptf Base     –    Ptf US Stocks

Trading Money Management – TMM

§ § §

investimentiprotetti@gmail.com

se questa rassegna può essere di qualche utilità falla conoscere in rete, grazie

 

Check Also

Fanta-vaccini: vucumprà? #47

Eventi & Mercati – settimana #47 (16 – 20 nov) Rassegna settimanale intermarket precedente QUI …