Home / Asset allocation / Ptf Base: aggiornamento e previsioni al 31/1/21

Ptf Base: aggiornamento e previsioni al 31/1/21

Trading Money Management – TMM

Composizione, contabilità e performance su base mensile sono riportate QUI
Nella sezione PTF Base della home page sono riportati tutti gli aggiornamenti e allocazioni effettuate
Aggiornamento del mese precedente QUI

Ultime operazioni
Nessuna variazione è stata effettuata a gennaio

Strategia generale
Riteniamo che sul breve periodo nessuna asset class offra un rapporto rischio/beneficio adeguato per un investitore tradizionale pertanto il nostro orientamento è quello di privilegiare la liquidità in attesa che si realizzi una forte correzione dell’azionario con la quale si creeranno nuove opportunità per posizionamenti strategici e tattici

Posizioni strategiche
BOND
In base alle osservazioni e valutazioni fatte nei nostri report, i bond USA presentano scarse probabilità di forti rivalutazioni di lungo periodo per cui d’ora in poi verranno considerati solo per il trading di posizione di breve/medio

AZIONARIO
Aspettiamo semplicemente che Wall Street realizzi una forte correzione prima di prendere una posizione rialzista di lungo periodo e in questo caso effettueremo una diversificazione degli ETF da inserire in ptf sia su base settoriale che geografica

COMMODITY
– manteniamo le posizioni attuali sull’indice globale finchè perdura la debolezza del dollaro USA
oro: facendo sempre riferimento ai report dei mesi precedenti pubblicati in questo sito manteniamo ancora la posizione pensando che ci sia un ritorno verso area 2000 nel breve periodo in concomitanza di un’eventuale correzione dell’azionario. Tuttavia nel medio periodo non riteniamo che il dollaro possa indebolirsi ulteriormente rispetto ai valori attuali e nemmeno riteniamo che si realizzi un rialzo dell’inflazione tale da spingere le quotazioni ben sopra il massimo storico dell’agosto 2020.
Ritenendo quindi che sul medio periodo i rischi di un ribasso almeno fino a 1700 sono consistenti manteniamo uno stop loss su metà posizione qualora il future corrente mese segnasse in chiusura per due sedute consecutive un prezzo inferiore a 1810 e procederemmo alla liquidazione totale con prezzo di chiusura inferiore a 1760

Posizioni tattiche
BOND
– a seconda delle condizioni di mercato potremmo aprire posizioni sia al ribasso che al rialzo sui bond USA in ottica di breve periodo
– qualora la situazione politica italiana precipitasse saremo ribassisti sul BTP

AZIONARIO
Facendo riferimento ai segnali operativi riportati nei report settimanali, nel breve periodo saremo ribassisti sul MIB

COMMODITY
Borsa Italiana offre pochissimi ETC/ETN per prendere posizioni ribassiste sulle materie prime quindi ci limiteremo a valutare un’eventuale inversione di tendenza del petrolio.
Escludiamo di andare al ribasso sull’oro.
Poichè una correzione dell’azionario dovrebbe realizzarsi entro i prossimi due mesi temiamo che il dollaro possa rivalutarsi per cui al momento non prendiamo in considerazione posizionamenti rialzisti su singole materie prime

VALUTE
Al momento riteniamo che il dollaro USA abbia buone probabilità di rivalutarsi in caso di correzione dell’azionario e di una ripresa economica superiore alle stime per cui, qualora si presenteranno le condizioni mercato ottimali, saremo rialzisti su USD e ribassisti su EUR
Qualora la svalutazione del dollaro continuasse apriremo sempre la stessa posizione col future EUR/USD in area 1,26

Composizione, contabilità e performance su base mensile sono riportate QUI

§ § §

 investimentiprotetti@gmail.com

se questa rassegna può essere di qualche utilità falla conoscere in rete, grazie

Check Also

Oro e bond alla discarica #8

Eventi & Mercati – settimana #8 (22 – 26 feb) Rassegna settimanale intermarket precedente QUI …