Home / Analisi mercati / Powell allontana le paure #34

Powell allontana le paure #34


Eventi & Mercati – settimana #34 (23 – 27 ago)
Rassegna settimanale intermarket precedente QUI

In una settimana i Guardiani della Grande Bolla hanno cancellato dai grafici la mini-correzione lampo del -3% che si è determinata con la pubblicazione dei verbali dell’ultimo FOMC, come riportato nel report precedente. Avevamo pure ipotizzato l’incombere di un cambiamento di sentiment rappresentato dall’avvoltoio. Niente di tutto questo è avvenuto e ora sopra Wall Street sono tornate le colombe della FED.

Questo nuovo restauro della tendenza rialzista all’infinito è stato possibile per via dell’opinione corrente dei big trader che se anche ci fosse tapering entro l’anno questo sarà assai contenuto e – soprattutto – non sarà accompagnato da una nuova previsione di rialzo anticipato dei tassi nel FOMC di settembre.
A sostenere questa tesi anche se con un ragionamento più articolato pure Daniele Lacalle e Mish fustigatore storico della FED.

E la relazione di Powell al meeting online di Jackson Hole ha rafforzato questo sentiment corrente ad esempio dicendo che

… Even after our asset purchases end, our elevated holdings of longer-term securities will continue to support accommodative financial conditions.

The timing and pace of the coming reduction in asset purchases will not be intended to carry a direct signal regarding the timing of interest rate liftoff …

Al che tutti i mercati si sono mossi secondo logica: l’azionario e l’oro hanno festeggiato mentre il dollaro e i rendimenti dei bond sono tornati a calare. E adesso chi la ferma più Wall Street?

§ § §

Azionario
NASDAQ100 viste due nuove spinte propulsive, la prima lunedì in occasione dell’approvazione completa  del vaccino Pfizer da parte dell’FDA e la seconda venerdì per l’intervento morbido di Powell con nuovo massimo storico

SP500 come sopra ma con la spinta di lunedì meno pronunciata

DOW JONES andamento piatto con micro correzione giovedì recuperata per intero venerdì ma il top del 17 agosto resta inviolato

DAX settimana di debolezza con chiusura in leggero negativo rispetto alla precedente; giovedì s’è vista un’accelerazione ribassista prontamente tamponata e quasi interamente annullata dal pullback di venerdì; la psico-soglia di 16 mila toccata per la prima volta il 13 agosto per ora costituisce resistenza

MIB settimana sostanzialmente piatta con chiusura di circa 800 punti inferiore al top del 13 agosto; ci aspettiamo comunque già domani il proseguimento rialzista con primo target il test del massimo annuale

SSE SHANGHAI l’indice si mantiene in area 3500 quindi sempre all’interno della fascia laterale di medio/lungo 3700/3300; si tratta di una lateralizzazione molto tormentata con numerosissimi swing anche violenti e ampi

Dollaro
L’intervento morbido di Powell ha innescato nuove vendite come era logico attendersi; ha chiuso a 92,68; importante la tenuta di area 92 altrimenti si prospetta un’inversione di breve/medio; area 89,50 è da considerarsi linea del Piave cioè supporto fortissimo

Oro
Ha chiuso a 1820,50 quindi in rialzo e in linea col sentiment generale post-Powell; area 1850 e 1900 sono resistenze forti e importanti 

Rendimenti treasury decennale
Settimana in buon rialzo che ha segnato giovedì un netto avvicinamento all’area 1,4% senonchè il pompiere Powell,  ribadendo che il rialzo dei tassi è un evento possibile solo nei racconti di fantascienza, ha spento gli entusiasmi con chiusura all’1,3%

 

§ § §

investimentiprotetti@gmail.com

se questa rassegna può essere di qualche utilità falla conoscere in rete, grazie

Check Also

Adesso dolore

Liliana se ne è andata mia compagna di vita devastata da un male atroce Un …