Home / Analisi grafica / Monitor prezzi: oro #1

Monitor prezzi: oro #1


Analisi grafica e altro dell’ORO

Grafico mensile
Il bull market secolare è evidente: due massimi crescenti e una serie di minimi relativi sempre crescenti.
La correzione in corso (di cui se ne parla più sotto) anche se si estendesse fino all’area 1300 non cancellerebbe questo scenario

Grafico settimanale
In questo grafico abbiamo evidenziato dei livelli critici di prezzo che potrebbero avere importanza per il trading algoritmico.
Ad esempio 1761, 1656 e 1492 potrebbero essere dei segnali per lo short covering e conseguente formazione di pullback rialzisti anche violenti. L’ultimo livello è da considerarsi supporto molto forte e con scarse probabilità di essere testato nei prossimi sei mesi.
Al momento la media semplice 50 funziona come trendline supportiva mentre la 200 è molto lontana e si mantiene in crescita

Grafico giornaliero
Il canale ribassista formatosi dal top storico è da considerarsi come movimento correttivo almeno di medio periodo ma che al momento resta molto contenuto e quindi senza nessuna minaccia di inversione del bull market.
L’onda rialzista originatasi al ritracciamento del 50% dell’uptrend marzo/agosto di circa 650 punti è ancora inserita nel canale ribassista ma sta testando il suo bordo superiore.
L’eventuale breakout di per sè sarà solo il primo segnale di uscita dal suddetto canale che richiederà conferma con un netto superamento di area 1950 magari preceduto da nuovo bottom non inferiore a 1820 e con immediato pullback per un secondo breakout.
Area 1700/1750 è da considerarsi come forte supporto con valenza anche di medio periodo in grado arginare per settimane eventuali nuove pressioni ribassite

Note
Utile notare come il rapporto fra i prezzi dell’oro e argento stia testando un’area di supporto importante di medio periodo. Questo andamento lascia intendere che da settembre ad oggi i big trader che avevano assunto consistenti posizioni long solo sull’oro hanno poi proceduto con successive massicce liquidazioni fino quasi ad azzerarle.
Il sentiment attuale è da considerarsi neutro ma con buon potenziale per dar vita ad una nuova onda rialzista importante.
Al momento il market mover principale è l’andamento del dollaro.
In caso di forte ribasso di Wall Street e concomitante rialzo del dollaro, l’oro dovrebbe subire inizialmente una nuova pressione ribassista che potrebbe poi esaurirsi in tempi brevi e dar luogo ad un’inversione qualora i maggiori investitori istituzionali e money manager iniziassero ad accrescere le quote di asset rifugio

§ § §

Ptf Base     –    Ptf US StocksTrading     –      Money Management – TMM

investimentiprotetti@gmail.com

se questa rassegna può essere di qualche utilità falla conoscere in rete, grazie

 

Check Also

Inflazione solo con oro a $5000

  Oro a $5000? e dove andranno i rendimenti dei bond, il dollaro (e cross …